Browsing All posts tagged under »viaggi«

La casa di Shiva a Roma

giugno 13, 2013

0

E’ l’odore del fumo del Duni, il fuoco sacro. Impregna i vestiti e i capelli e non ti abbandona, anche dopo giorni: tornato al tuo appartamento o alla tua scrivania, ti ricorda che quel posto esiste a Roma, in zona Casal Lumbroso, pochi minuti dal raccordo. Il simbolo dell’Om, la sacra sillaba indù, accoglie i […]

I templi del Sesso di pietra

giugno 13, 2012

0

Sono in Orissa, uno degli stati meno visitati dell’India. Ci sono arrivato da Calcutta, dopo un estenuante viaggio in treno che mi ha tenuto occupato un giorno intero, dalla mattina alla sera. Nel mio vagone di terza classe (ma con aria condizionata) c’era una famiglia dell’India del Sud e un cinese trapiantato da decenni in […]

Il monumento all’Amore Eterno

giugno 8, 2012

1

Ad Agra si va per visitare il Taj Mahal, ma nel mio giro decido di tenermelo alla fine, come si dice: il dolce in fondo . Ecco allora prima i templi più piccoli, quelli lontano dal centro, alcuni che nemmeno sono segnati sulla guida, a portarmici è un guidatore di autorikshaw che starà con me […]

Varanasi tra la vita e la morte

giugno 5, 2012

1

Prima c’e’la vita. La vita del mercato islamico, sporco e disordinato (“Non chiedermi di mangiare in un ristorante islamico perché non ci metterei mai piede, sono sudici”, mi dice perentorio Nandan, il mio accompagnatore indiano) quella del mercato centrale, con la fila interminabile attorno al tempio per le cerimonie del lunedì, giorno sacro a Shiva, […]

La mia Guida per la città dei morti

giugno 3, 2012

0

Una città di morte e di vita. Un posto pieno di persone e di preghiere, di monasteri e templi. Tutto lungo la sponda del fiume più sacro del mondo, il Gange. Varanasi, l’essenza dell’India. In compagnia di una guida eccezionale. Quando arrivo alla stazione trovo, assieme ai centinaia di autisti di rikshaw che cercano di […]

Il Tibet fuori dal Tibet

gennaio 13, 2012

0

La tastiera è unta di burro di yak e l’aria è quella rarefatta dei tremila metri d’altitudine. Al collo penzola una collana tibetana e accanto a me un monaco in tunica arancione e rossa visita un sito pieno di immagini religiose. Siamo partiti all’alba da Lanzhou, dopo un piccolo volo interno da Xian. Abbiamo preso […]

Il cuoco di Timbuctu

dicembre 15, 2011

1

Il soufflé al formaggio era nel forno e Osman lo osservava dal vetro appannato con lo stesso amore con cui, anni prima, aveva guardato per la prima volta Bubacar, il suo unico figlio, che appena nato piangeva così forte da svegliare tutta Timbuctu. Osman si lavò per l’ennesima volta le mani sudate e le asciugò […]